Quando si parla di osteoporosi e delle terapie per combattere la perdita di consistenza delle ossa, non si può prescindere dall’associare all’introduzione della vitamina D un adeguato apporto di calcio, sia alimentare (latte, formaggio) sia attraverso integratori, perché il suo assorbimento intestinale è reso possibile proprio dalla presenza di questa vitamina. “La vitamina D peraltro risulta importante anche per altri meccanismi fisiologici come la forza muscolare e la prevenzione delle cadute – spiega Marcella Montini, endocrinologa di Humanitas Gavazzeni -, e sia probabilmente implicata nella prevenzione di malattie immunitarie, dell’obesità, del diabete mellito e della suscettibilità ai tumori”.

Anche di questo aspetto importante nella prevenzione dell’osteoporosi in generale e menopausale in particolare, si è parlato diffusamente nel primo degli incontri di approfondimento dell’iniziativa “Trimestre in Rosa” lo scorso 25 ottobre, dedicato appunto a stile di vita e menopausa, e nella giornata dedicata alla prevenzione dell’osteoporosi del 22 ottobre caratterizzata da visite ambulatoriali di tipo informativo e di consulenza tenute dalle dottoresse Rosa Miranda Testa e Marcella Montini, specialiste endocrinologhe.