Malformazione della mammella

Che cos’è la malformazione della mammella?

Le malformazioni della mammella sono deformità che si evidenziano nell’età della pubertà e individuano alterazioni del volume e della forma della mammella o di entrambe contestualmente.

Si passa dalle forme più gravi quale l’assenza di sviluppo della mammella con aplasia o grave ipoplasia della mammella e dei muscoli pettorali (S. di Poland) o deformità molto spiccate della forma come nel caso della mammella tuberosa.

Le forme minori includono asimmetrie dei corpi mammari, oppure alterazioni più o meno spiccate della forma fino alla semplice ipoplasia, più o meno spiccata delle mammelle conservando comunque una adeguata funzionalità e una complessiva morfologia normale. Esistono altresì alterazioni congenite del complesso areola-capezzolo che, al di là della variabilità morfologica esistente nella popolazione, può arrivare alla completa retrazione del capezzolo, individuando in tale caso anche una completa impossibilità all’allattamento, oltre a creare un importante inestetismo mammario.

La malformazione può interessare un solo corpo mammario o entrambi; in tal caso entrambe le mammelle presentano alterazioni morfologiche differenti con conseguente anomalia differente nei due lati del corpo.

 

Quali sono le cause della malformazione della mammella?

Non esiste una vera e propria ereditarietà delle malformazioni mammarie; spesso si tratta di alterazioni legate alle fasi di sviluppo di tessuti come una malformazione della fascia superficiale del polo inferiore che provocherebbe aderenze tra piano dermico e muscolare creando così un’alterazione dello sviluppo del cono mammario.

Non è stata comunque dimostrata una vera e propria ereditarietà di queste malformazioni anche se, spesso, stesse componenti della famiglia, possono presentare tratti morfologici simili ma, comunque, non malformati.

 

Malformazioni della mammella e tumore

Non esiste alcuna correlazione fra insorgenza di neoplasie mammarie e malformazioni. Laddove esiste un tessuto ghiandolare mammario, più o meno sviluppato, l’incidenza di tumore mammario è del tutto sovrapponibile a quella delle donne “normoconformate”.

L’eventuale correzione chirurgica della mammella malformata non aumenta l’incidenza di patologia oncologica mammaria, anche nel caso di utilizzo di materiali protesici che, oggi, sono stati completamente assolti da correlazioni fra insorgenza di malattie neoplastiche e autoimmuni.

 

Trattamento chirurgico della malformazione della mammella

Per informazioni sul trattamento chirurgico delle malformazioni della mammellaclicca qui.

 

Per maggiori informazioni visitare l’area medica di riferimento