Lesione legamento crociato anteriore

Che cos’è la lesione del legamento crociato anteriore?

Il legamento crociato anteriore (LCA) è un cordone di tessuto fibroso molto resistente, situato al centro del ginocchio, teso tra il femore e la tibia. Quando il ginocchio si articola, la tensione del LCA evita che la tibia si allontani dal femore fornendo in questo modo un’importante funzione di stabilizzazione all’articolazione.

Quali sono le cause della lesione del legamento crociato anteriore?

La lesione del legamento crociato anteriore può avvenire quando il ginocchio è sottoposto a una rotazione forzata o a una violenta iperestensione.

Questi meccanismi traumatici sono frequenti durante la pratica d’alcuni sport come sci, calcio, pallacanestro o a seguito di incidenti stradali.

Le lesioni del legamento crociato anteriore sono, in genere, complete e possono verificarsi in forma isolata o associata a lesioni dei menischi e/o di altri legamenti dello stesso ginocchio.

Come si può curare la lesione del legamento crociato anteriore?

In caso di infiammazione articolare del legamento crociato anteriore (LCA), il medico potrà consigliare inizialmente un periodo di riposo associato a terapia con farmaci antiinfiammatori e applicazione locale di ghiaccio.

Al persistere della sintomatologia, è bene approfondire le cause del dolore e ricorrere a eventuali esami strumentali consigliati dal medico.

Quando il legamento crociato anteriore si rompe non può guarire e la lesione rimane presente ed invariata per tutta la vita, se non si interviene con un intervento chirurgico. In presenza di una lesione del crociato anteriore si può svolgere una vita quotidiana normale evitando però di praticare attività sportive a livello agonistico, soprattutto sport di contatto o di particolare impegno per le ginocchia. Non è quindi consigliabile praticare calcio, basket, pallavolo, sci.

Trattamento chirurgico

Per ottenere nuovamente una stabilità del ginocchio tale da consentire lo svolgimento di qualsiasi attività è necessario sottoporsi all’intervento chirurgico di ricostruzione del legamento crociato anteriore, e alla successiva fisioterapia specifica.

Questo intervento è necessario nei giovani e negli sportiviOltre i 45-50 anni è consigliabile in caso di attività sportiva sostenuta o di instabilità soggettiva del ginocchio (quando cioè il paziente presenta numerosi e ripetuti episodi distorsivi del ginocchio stesso anche durante attività quotidiane).

La tecnica utilizzata prevalentemente in Humanitas Gavazzeni prevede la ricostruzione del legamento crociato anteriore con gracile e semitendine. Con tale metodica non è necessaria alcuna immobilizzazione post-operatoria né l’utilizzo di alcun tutore.

Trattamento riabilitativo post operatorio

Il successo dell’intervento chirurgico è per buona parte legato a un’adeguata e intensa fase riabilitativa volto sia al recupero dell’articolarità del ginocchio e alla ripresa della deambulazione, sia al recupero del tono muscolare.

Il carico sull’arto operato è concesso da subito con l’utilizzo delle stampelle. Mediamente, dopo 3 settimane dall’intervento, sotto la guida di un fisioterapista esperto, il paziente è già in grado di camminare autonomamente senza l’ausilio delle stampelle. Può anche iniziare un’attività di recupero in acqua. Per riprendere a correre deve attendere 3 mesi dall’intervento, e per riprendere attività sportive come il calcio deve attendere almeno 6 mesi.

Per maggiori informazioni visitare l’area medica di riferimento