Gotta

Che cos’è la gotta?

La gotta è una malattia del metabolismo, caratterizzata da attacchi ricorrenti di artrite (dolore, arrossamento e gonfiore a livello articolare) causati del deposito di cristalli di acido urico nelle articolazioni.

È una forma complessa di artrite e colpisce, in circa il 75% dei casi, le articolazioni dell’alluce (per questo è volgarmente detta podagra). Colpisce più frequentemente gli uomini, sebbene l’incidenza sulle donne aumenti drasticamente con la menopausa. Gli attacchi in forma acuta sono estremamente dolorosi.

 

Quali sono le cause della gotta?

La gotta si verifica quando i cristalli di acido urico si depositano nelle articolazioni, causando infiammazione e dolore intenso.

I cristalli si formano a causa dell’alta concentrazione di acido urico nel sangue. Normalmente, l’acido urico nel sangue viene eliminato attraverso i reni; un accumulo eccessivo (iperuricemia) può derivare dal fatto che il corpo ne produce troppo o che i reni non riescono a smaltirne in quantità sufficiente, attraverso l’urina.

Tra le cause di iperuricemia ricordiamo alcune malattie ereditarie, determinati tumori, l’insufficienza renale, l’ipertensione arteriosa, gli alcoolici, l’obesità e alcuni farmaci.

 

Quali sono i sintomi della gotta?

sintomi della gotta sono quasi sempre molto evidenti e spesso si presentano in maniera piuttosto improvvisa:

  • dolore acuto alle articolazioni: il dolore è generalmente più acuto fra le 12 e le 24 ore dopo la comparsa dei primi sintomi. Gli attacchi di infiammazione articolare di solito durano alcuni giorni e migliorano spontaneamente; con il passare del tempo si intensifica però la frequenza e la durata degli attacchi con l’interessamento di un maggior numero di articolazioni. L’articolazione alla base dell’alluce è la più frequentemente colpita. Possono essere interessate anche le articolazioni dei polsicaviglietalloniginocchiadita delle manigomiti.
  • gonfiore e arrossamento: le articolazioni colpite si arrossano, si gonfiano e diventano più sensibili.

Nei soggetti con malattia di lunga durata e non trattata può svilupparsi la gotta tofacea. I tofi sono noduli di cristalli di acido urico circondati da tessuto infiammatorio e fibroso; sono quindi noduli duri al tatto e dolorosi. Le sedi più colpite sono le strutture intorno alle articolazioni, il lobo delle orecchie e i reni.

 

Come può essere individuata la gotta?

Per diagnosticare la gotta, allo specialista in genere basta osservare l’articolazione ed effettuare un’anamnesi mirata. Viene richiesto solitamente il dosaggio dell’uricemia anche se, durante l’attacco acuto, questa può essere perfettamente normale.

Qualche volta è necessario l’esame del liquido sinoviale per verificare se contiene i cristalli di urato monosodico.

La radiografia può aiutare nella diagnosi nei casi di gotta cronica.

 

Come si può curare la gotta?

Il trattamento della gotta prevede: la risoluzione del quadro articolare acuto (Colchicina, FANS, talvolta cortisonici), e la normalizzazione dei livelli dell’uricemia (farmaci e dieta).

Per maggiori informazioni visitare l’area medica di riferimento