Congiuntivite allergica

Che cos’è la congiuntivite allergica?

La congiuntivite allergica è un’infiammazione della congiuntiva, lo strato mucoso superficiale che riveste internamente la palpebra e si ripiega per coprire la sclera, la robusta membrana fibrosa bianca che copre l’occhio, fino al margine della cornea.

Secondo uno studio scientifico le allergie oculari colpiscono la popolazione in misura compresa tra il 6 e il 30%. L’allergia congiuntivale può essere acuta o cronica e, dal 30 al 70% dei casi, è associata alla rinite allergica.

 

Quali sono le cause della congiuntivite allergica?

La congiuntivite allergica è causata da un’eccessiva sensibilità a sostanze estranee (allergeni) come pollini, polvere, sostanze chimiche, ecc.

Pertanto, in base ai fattori che la causano, si distinguono varie forme cliniche:

  • congiuntivite allergica stagionale (pollini),
  • congiuntivite perenne (acari, spore fungine, pelo di animali),
  • congiuntivite atopica, giganto-papillare (generalmente associata all’utilizzo di lenti a contatto)
  • congiuntivite da contatto (es. agenti chimici).

 

Quali sono i sintomi della congiuntivite allergica?

Il sintomo cardine della congiuntivite allergica è il prurito di durata variabile, da pochi istanti a diverse ore o addirittura giorni, cui si associano spesso lacrimazione, bruciore, arrossamento oculare e gonfiore palpebrale.

Spesso questi sintomi si associano a sintomi rinitici, cutanei e respiratori.

Per maggiori informazioni visitare l’area medica di riferimento