Artrite reumatoide

Che cos’è l’artrite reumatoide?

L’artrite reumatoide è una malattia che colpisce soprattutto le donne e può insorgere a qualsiasi età, anche se è più frequente fra i 30 e i 50 anni. Si tratta di una malattia infiammatoria cronica sistemica che provoca dolore e tumefazioni alle articolazioni, con difficoltà al movimento. Fortunatamente le deformazioni articolari, con i farmaci oggi a disposizione, sono diventate rarissime.

L’artrite reumatoide può interessare anche altri organi come il cuore, il polmone e i vasi sanguigni.

Quali sono le cause dell’artrite reumatoide?

Le cause dell’artrite reumatoide non sono del tutto chiare. Si ritiene che l’infiammazione sia provocata da un fattore ambientale che, in un individuo geneticamente predisposto, è in grado di ingannare il sistema immunitario e di interrompere così la tolleranza immunologica con il conseguente innesco della cascata infiammatoria a livello articolare.

Quali sono i sintomi dell’artrite reumatoide?

L’artrite reumatoide colpisce soprattutto le piccole articolazioni in genere in maniera simmetrica (cioè entrambi i gomiti, entrambe le ginocchia, ecc). La malattia si manifesta con doloretumefazione e rigidità articolare. La rigidità articolare è tipicamente intensa dopo inattività (particolarmente al risveglio, quindi generalmente nelle ore mattutine) e può protrarsi per molte ore.

L’artrite reumatoide può inoltre accompagnarsi ad anemiadebolezzafebbre e perdita di peso.

Come può essere individuata l’artrite reumatoide?

La diagnosi dell’artrite reumatoide viene effettuata spesso solamente con una visita accurata; è sicuramente d’aiuto, non solo nei casi dubbi, ma anche per valutare l’aggressività della malattia, l’esecuzione di esami del sangue e di esami strumentali.

Con gli esami del sangue si cercheranno alcuni anticorpi, quali il Fattore Reumatoide e gli anti-peptidi citrullinati (il RaTest e gli anti-CCP, rispettivamente); gli esami strumentali, quali ecografieradiografie e risonanza magnetica, daranno indicazioni sia diagnostiche, sia prognostiche

Come si può curare l’artrite reumatoide?

Il trattamento medico, in particolare farmacologico, dell’artrite reumatoide, è finalizzato all’eliminazione dell’infiammazione in corso e quindi all’eliminazione del dolore e all’interruzione della progressione della malattia e prevede l’utilizzo di FANS, i farmaci anti infiammatori non steroidei.

Per maggiori dettagli sull’intervento medico/farmacologico per l’artrite reumatoideclicca qui.

L’artrite reumatoide, se non curata, può portare alla deformazione e alla distruzione dell’articolazione colpita. In casi particolarmente gravi, grazie a un intervento chirurgico è possibile sostituire l’articolazione danneggiata con un impianto protesico in grado di consentire i movimenti basilari dell’articolazione stessa.

Area medica per l’artrite reumatoide

Per maggiori informazioni sull‘artrite reumatoide, vedi l’Ambulatorio di Reumatologia di Humanitas Gavazzeni Bergamo.