Disidratazione

Che cos’è la disidratazione?

Si ha disidratazione quando l’organismo perde un’eccessiva quantità di acqua o liquidi e questa perdita non viene compensata da un’adeguata reintegrazione degli stessi liquidi.

Può avere varie cause. Il più comune è quello dell’eccessiva sudorazione. Altre cause sono il cattivo funzionamento del ricambio minerale e idrico, la presenza di episodi prolungati di vomito o diarrea o l’avere subito ustioni.

 

Che cosa bisogna fare in caso di disidratazione?

In presenza di disidratazione (o sospetta disidratazione) bisogna chiamare i soccorsi, soprattutto se si è rimasti vittima di ustioni o se si è a rischio di sviluppare patologie come la salmonella, la gastroenterite o l’occlusione intestinale.

In attesa di sottoporsi a una visita è necessario osservare riposo e cercare di reintegrare i liquidi e i sali minerali persi assumendo soluzioni saline reidratanti.

 

Che cosa non bisogna fare in caso di disidratazione?

La presenza di disidratazione (o sospetta) non deve essere mai sottovalutata e non bisogna pensare di risolverne le conseguenze con soluzioni fai da te. È sempre bene, quindi rivolgersi a un medico o, nei casi più estremi, al pronto soccorso.

 

Importante avvertenza

Le informazioni di questa scheda forniscono semplici suggerimenti utili a tenere sotto controllo la situazione in caso di attesa dei soccorsi e non sono in nessun caso da considerarsi interventi che possano sostituire l’intervento degli operatori di primo soccorso.