Ventricolo sinistro del cuore

Che cos’è il ventricolo sinistro del cuore?

Il ventricolo sinistro è una delle quattro camere del cuore. Le altre sono il ventricolo destro, l’atrio sinistro e l’atrio destro.

Il ventricolo sinistro riceve dall’atrio sinistro il sangue ricco di ossigeno per spingerlo a sua volta, attraverso la valvola aortica, nell’aorta, la grande arteria che lo distribuisce in tutto l’organismo – attraverso vari rami e capillari – così da fornire l’ossigeno e i nutrienti necessari alle cellule dei vari organi e tessuti.

Dov’è posizionato e com’è fatto il ventricolo sinistro?

Il ventricolo sinistro è, insieme al ventricolo destro, posizionato nella parte inferiore del cuore. Entrambi poggiano sul diaframma e sono posti dietro lo sterno.

Il ventricolo sinistro è leggermente più allungato del ventricolo destro, da cui è separato dal setto interventricolare. Il passaggio tra il ventricolo sinistro e l’atrio sinistro, invece, è chiamato orifizio mitralico. Il flusso del sangue tra atrio e ventricolo viene regolato dalla valvola mitrale, la cui funzione è quella di fare sì che il sangue segua una sola direzione, dall’atrio al ventricolo, e non torni sui suoi passi (con un percorso che andrebbe dal ventricolo all’atrio).

Il ventricolo sinistro ha una capacità inferiore rispetto al ventricolo destro ma anche pareti molto più spesse di questo.

Riceve il sangue a una pressione di circa 8 mmHg e lo pompa nell’aorta a una pressione molto più elevata, di 120 mmHg.

Qual è la funzione del ventricolo sinistro del cuore?

Il ventricolo sinistro del cuore ha la funzione di ricevere il sangue ossigenato dall’atrio sinistro per poi pomparlo all’interno dell’aorta.

Per fare questo alterna una fase di rilassamento (diastole) in cui riceve il sangue dall’atrio a una fase di contrazione (sistole) in cui spinge il sangue nell’aorta a una pressione maggiore di quella presente nella stessa arteria.