Artroscopia di polso

Che cosa è l’artroscopia di polso?

L’artroscopia di polso, cioè l’applicazione della tecnica chirurgica nel polso, ha una genesi piuttosto recente ed è oggi molto utilizzata.

L’artroscopia ha infatti permesso di migliorare le conoscenze in relazione all’origine del dolore  a livello carpale. L’artroscopia permette di poter esplorare all’interno l’articolazione in tutte le sue componenti ed  è in grado di garantirne una visione diretta nonché di apprezzarne la consistenza, riuscendo a completare e migliorare la diagnosi, e fornendo anche la possibilità di un immediato trattamento.

Per cosa è indicata l’artroscopia del polso?

L’artroscopia del polso è indicata per:

  • risolvere il dolore di polso specialmente a livello del comparto ulnare
  • fornire diagnosi e trattamento delle lesioni del complesso della fibrocartilagine triangolare
  • fornire diagnosi ed eventuale trattamento delle lesioni capsulo-legamentose (ad esempio, lesioni del legamento scafo lunato e lunopiramidale)
  • fornire diagnosi ed eventuale trattamento delle lesioni intra articolari condrali
  • in traumatologia, riduzione e sintesi delle fratture articolari di polso
  • essere il trattamento delle rigidità
  • procedere con l’asportazione delle cisti.

Le indicazioni al trattamento chirurgico vengono stabilite dopo un accurato esame clinico e strumentale e comportano un periodo post operatorio molto variabile a seconda del tipo di patologia riscontrata e del trattamento necessario.

Area medica di riferimento per l’artroscopia di polso

L’artroscopia di polso è una tecnica chirurgica praticata dall’Unità Operativa di Chirurgia della Mano di Humanitas Gavazzeni Bergamo.