Psicologia dello sport – Ambulatorio

Qual è l’attività clinica dell’Ambulatorio di Psicologia dello sport?

La psicologia dello sport si occupa dell’interazione che si viene a creare tra i processi psicobiologici e legati alle dinamiche mentali e il movimento del corpo.

Un’attività che riguarda sia gli atleti professionisti o che comunque svolgono attività sportiva a livello agonistico, sia le persone che praticano sport a livello amatoriale.

Nello specifico, l’obiettivo dell’Ambulatorio di Psicologia dello Sport è attraverso l’esecuzione di uno specifico colloquio, individuare e agevolare i meccanismi psicologici che possono essere alla base di prestazioni motorie ottimali, sia che abbiano come fine il raggiungimento di un risultato sportivo agonistico, sia che si pongano obiettivi di natura ludica o di prevenzione per la salute.

In particolare, una delle attività dell’ambulatorio è quella di aiutare il soggetto a individuare i modi in cui l’attività fisica possa influire positivamente sulla sua salute e sul suo benessere, condizioni basilari sia per l’atleta sia per il dilettante.

 

Quali sono gli ambiti di intervento dell’Ambulatorio di Psicologia dello sport?

L’Ambulatorio di Psicologia dello Sport può intervenire in tutti quei casi in cui ci siano problematiche legate all’esecuzione di una prestazione motoria.

Le cause di queste problematiche possono essere varie:

  • miglioramento della prestazione e pratiche di “Mental Training”
  • problemi di natura psicologica, dovuti a calo dell’autostima o all’incapacità sopravvenuta di affrontare date prestazioni
  • problemi di natura fisica, causati da patologie organiche o traumi subiti
  • recuperi post operatori, che richiedono una riabilitazione psicologica oltre che fisica
  • aspetti psicologici correlati allo sport in età evolutiva

In tutti questi casi si procede con un intervento di tipo psicologico finalizzato da una parte alla risoluzione delle problematiche personali e dall’altra al recupero e al miglioramento delle prestazioni atletiche.