Chirurgia vascolare

Qual è l’attività dell’Unità Operativa di Chirurgia Vascolare?

L’Unità Operativa di Chirurgia Vascolare ed endo-vascolare di Humanitas Gavazzeni Bergamo tratta tutte le patologie di natura arteriosa e venosa.

La Chirurgia vascolare, dispone di due sale operatorie la prima delle quali è dedicata alla chirurgia cosiddetta ”classica”, mentre la seconda è riservata alla chirurgia endo-vascolare.

Quest’ultima dispone di una sala di emodinamica con angiografo fisso di ultima generazione ed è collocata all’interno di un blocco di tre sale angiografiche dove può essere trattato, anche in emergenza-urgenza, ogni tipo di patologia, compreso quello della sindrome acuta dell’aorta toracica.

L’Unità Operativa di Chirurgia Vascolare, inoltre, dispone di sale operatorie separate e inserite nel blocco di Day Surgery per il trattamento della patologia venosa con tecnica classica e, in casi selezionati, con la tecnica mininvasiva della termo ablazione laser indotta.

Tra gli interventi eseguiti più spesso dalla struttura ci sono quelli di alta chirurgia vascolare tra i quali si segnalano il trattamento di aneurismi dell’aorta toracica e addominale, il trattamento della patologia delle carotidi e tronchi sovra aortici.

I percorsi di prevenzione e cura nell’Unità Operativa di chirurgia vascolare

Nell’ambito dell’Unità Operativa di Chirurgia Vascolare sono attivi tre percorsi di prevenzione e cura dedicati alle patologie arteriose e venose.

In una sola giornata la persona interessata potrà effettuare una visita specialistica e l’esame ecocolordoppler, in regime privato, così da ricevere immediatamente dal medico la valutazione del suo problema; nel caso emergessero criticità, è possibile sempre in Humanitas Gavazzeni effettuare ulteriori approfondimenti diagnostici ed eventuali trattamenti chirurgici.

percorsi di prevenzione vascolare sono strutturati in percorsi di prevenzione per familiarità di patologia e di base:

1) Prevenzione per familiarità per incidenti tronchi sovraortici

Il percorso si rivolge a persone che hanno una familiarità per incidenti tronchi sovraortici (carotidi, ictus, trombosi cerebrale). Dai 50 anni è indicato un controllo clinico-strumentale (visita e ecocolordoppler); in base all’esito lo specialista consiglierà i necessari approfondimenti diagnostici, la cadenza dei successivi controlli di prevenzione o l’eventuale trattamento chirurgico.

2) Prevenzione per familiarità per patologia dilatativa aneurismatica

Il percorso si rivolge a persone che hanno una familiarità per patologia dilatativa aneurismatica (aneurisma dell’aorta, aorta toracica addominale e arti inferiori). Dai 50 anni è indicato un controllo clinico-strumentale (visita e ecocolordoppler); in base all’esito lo specialista consiglierà ulteriori approfondimenti diagnostici, la cadenza dei successivi controlli di prevenzione o l’eventuale trattamento chirurgico.

3) Prevenzione di base

Il percorso si rivolge a coloro che manifestano sintomi di gonfiorepesantezzacrampi soprattutto notturni, sindrome della cosiddetta “gamba irrequieta”vene varicose. Lo specialista effettuerà una visita e un esame strumentale dell’arto/degli arti inferiori con ecocolordoppler, per valutare le cause del problema, definire la patologia e impostare la terapia di cura.

Per maggiori informazioni in merito ad analisi, diagnosi, esami e trattamenti visita la pagina dedicata al Centro Cardio.

Centro Cardio