Web: le storie di 5 ricercatori

Il sito iomerito.it, che sintetizza il credo della campagna e lo racconta attraverso i traguardi che Humanitas vuole raggiungere grazie alla raccolta del 5×1000 e le storie di chi vive questi progetti in prima persona, è all’insegna della massima interattività con gli utenti anche attraverso i social network. Sull’homepage 5 ricercatori, testimonial di altrettante aree di ricerca clinica dell’ospedale, raccontano perché i loro progetti meritano il 5×1000. Sono Stefano Bona, chirurgo e ricercatore per la cura delle malattie gastro-intestinali, Angela Ceribelli, medico reumatologo e ricercatrice per la cura delle malattie autoimmuni e degenerative, Elisa Di Pasquale, ricercatrice per la cura delle malattie cardiache, Raffaello Furlan, medico internista e ricercatore per la cura delle malattie neuromotorie, Paolo Zucali, oncologo e ricercatore per la cura dei tumori.

Per ciascuno di loro, un social feed visualizza in tempo reale preferenze, voti, like e tweet. Per tutto il mese di maggio, i ricercatori pubblicheranno periodicamente dei post sulla loro attività, interagiranno con il pubblico e parteciperanno a sessioni live via FaceBook attraverso l’account ufficiale, e su Twitter attraverso l’account @humanitasmilano, oltre che con i loro dedicati.

Un’ulteriore occasione per dare ascolto ai singoli, in linea con lo spirito democratico della campagna. Una campagna che invita tutti a condividere e partecipare. Perché se “tutti meritano le migliori cure del mondo”, le migliori cure del mondo meritano il sostegno di tutti.

Sul canale Youtube di Humanitas sono visibili tutti i video della campagna: oltre a quelli dei 5 testimonial, anche il video di Gerry Scotti che li presenta.

 

Perché “tutti meritano”

“Tutti meritano le migliori cure del mondo” è un messaggio in cui Humanitas crede fortemente, e che esprime l’impegno quotidiano, la tensione al miglioramento, la passione e la competenza con cui medici, infermieri e ricercatori dell’ospedale si prendono cura dei malati. Quest’anno la campagna, realizzata ancora una volta realizzata con l’aiuto di una delle più importanti agenzie pubblicitarie italiane, M&C Saatchi, “atterra” in ospedale, illustrando attraverso testimonianze ed immagini gli ospedali Humanitas presenti in tutta Italia, che fanno ricerca per curare. Lo spot TV, con la regia di Cinzia Pedrizzetti, è realizzato dalla casa di produzione Think Cattleya.

In Humanitas si fondono un ospedale, centri specializzati, un’attività di ricerca scientifica riconosciuta a livello mondiale e un polo di insegnamento: ciò favorisce l’applicazione delle innovazioni biomediche direttamente alle cure delle persone, in un processo continuo di innovazione e di miglioramento.

Fondazione Humanitas per la Ricerca è un riferimento internazionale per migliorare la diagnosi e la terapia di numerose patologie oncologiche, cardiovascolari, gastrointestinali ed autoimmuni, e si impegna quotidianamente affinché le conquiste di laboratorio diventino cure. Con la Ricerca e il sostegno dei cittadini con il 5×1000, Humanitas potrà continuare ad offrire ai pazienti le migliori cure del mondo.