La mia pelle del torace, vicino al seno, presenta delle lesioni che prudono con lo sfregamento del reggiseno, soprattutto d’estate. Come posso eliminarle?

Le manifestazioni che descrive sembrano corrispondere, per sintomi e sede, a lesioni benigne della pelle dette cheratosi seborroiche. Questi ispessimenti cutanei, il cui colore può variare dal beige fino al marrone intenso, sono caratterizzati da una proliferazione delle ghiandole sebacee.

Compaiono nell’età adulta, si localizzano sul tronco, alla radice degli arti e sul volto. I sintomi, come il prurito, sono curabili con creme e unguenti idratanti e lenitivi oppure con sostanze cheratoliche, ideali per ridurre lo spessore delle lesioni.

È possibile anche asportarle con metodi come la crioterapia o la diatermo-coagulazione (che può portare all’insorgenza di esiti cicatriziali ipocromici), ma anche con tecnologie più avanzate, come il laser. Alcuni tipi, ablativi come il CO2 e non ablativi come quello a diodo, sono in grado di vaporizzare le cheratosi seborroiche.

È importante, poi, seguire le indicazioni dello specialista per una corretta esposizione al sole dopo il trattamento.

 

Risposta a cura della dottoressa Marzia Baldi, dermatologa e responsabile Ambulatori di Dermatologia di Humanitas Gavazzeni Bergamo.

 

(Pubblicato il 18 maggio 2018 sul settimanale Viversani & Belli)