Lavarsi le mani è una pratica semplice ma di enorme importanza: riduce la possibilità di trasmettere infezioni.

Lavarsi bene le mani è un mezzo di prevenzione delle malattie infettive e costituisce la misura più importante per interrompere la trasmissione di agenti patogeni. Ma attenzione, non è sufficiente passare le mani sotto l’acqua con del sapone. Bisogna dedicare circa un minuto al lavaggio delle mani e seguire alcune indicazioni.

 

Le regole per lavare bene le mani

Con l’aiuto del dottor Maurizio Galbussera, responsabile del Pronto Soccorso di Humanitas Gavazzeni, ripassiamo le 10 regole che trasformano acqua e sapone in un potente alleato contro le infezioni:

  1. togliere anelli e bracciali
  2. bagnare le mani con l’acqua
  3. usare la dose di sapone sufficiente per coprire tutta la superficie delle mani
  4. frizionare le mani palmo contro palmo e palmo contro dorso, intrecciando le dita
  5. frizionare il dorso delle dita contro il palmo opposto, tenendo le dita strette tra loro (come per fare il pugno)
  6. frizionare il pollice sinistro tenendolo stretto nel palmo opposto. Fare lo stesso con il pollice destro
  7. risciacquare con acqua
  8. asciugare con salvietta monouso e usarla per chiudere il rubinetto
  9. la pratica deve durare almeno 40-60 secondi
  10. ricordarsi che le soluzioni igienizzanti sono un’alternativa valida, soprattutto se si è fuori casa, ma non possono essere considerate alla pari di acqua e sapone. Le soluzioni igienizzanti eliminano comunque la flora batterica superficiale attraverso una soluzione che evapora a contatto con l’aria e contribuisce a ridurre la trasmissione di germi.

 

Quando vanno lavate le mani?

Lavare le mani è molto importante quando si sta fuori casa ma anche quando si svolgono attività casalinghe, non solo quando sono sporche in modo visibile.

Quando lavare le mani? Ecco le indicazioni del Ministero della Salute.

Lavare le mani prima di

  • mangiare
  • maneggiare o consumare alimenti
  • somministrare farmaci
  • medicare o toccare una ferita
  • applicare o rimuovere le lenti a contatto
  • usare il bagno
  • cambiare un pannolino
  • toccare un ammalato

Lavare le mani dopo di

  • aver tossito, starnutito o soffiato il naso
  • essere stati a stretto contatto con persone ammalate
  • essere stati a contatto con animali
  • aver usato il bagno
  • aver cambiato un pannolino
  • aver toccato cibo crudo, in particolare carne, pesce, pollame e uva
  • aver maneggiato spazzatura
  • aver usato un telefono pubblico, la tastiera del computer, maneggiato soldi
  • aver usato un mezzo di trasporto (bus, taxi, auto, ecc.)
  • aver soggiornato in luoghi molto affollati come palestre, sale d’aspetto di ferrovie, aeroporti, cinema, ecc.