Don Claudio del Monte, cappellano in servizio in Humanitas Gavazzeni, è stato inserito dalla rivista Famiglia Cristiana tra gli “Italiani dell’anno”, riconoscimento che il settimanale assegna ogni anno ai cittadini che si sono distinti per avere contribuito alla crescita civile, morale e spirituale del Paese.

In particolare, a don Claudio del Monte è stato riconosciuto l’impegno prestato in piena emergenza COVID-19 nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale bergamasco.

«Con generosità – è stato scritto nell’editoriale del primo numero del 2021, firmato dal direttore della rivista Antonio Rizzolo e dal condirettore Luciano regolo – si è adoperato per portare conforto non solo ai pazienti, ma anche agli operatori sanitari alle prese con un carico oggettivamente difficile e non solo sul piano della stanchezza fisica».

 

Citato dal New York Times

Don Claudio del Monte aveva ricevuto gli onori della cronaca anche nello scorso aprile 2020 per avere prodotto – grazie alla sua laurea in chimica industriale – un centinaio di boccette di gel igienizzante seguendo le indicazioni dell’OMS, in un momento in cui l’amuchina era un bene prezioso e introvabile.

L’idea di distribuire questo suo composto a base di glicerolo, acqua ossigenata, alcol e acqua – contenuto in contenitori per l’acqua santa – a medici e infermieri della zona oltre che ai fedeli, aveva interessato anche il New York Times, che gli aveva dedicato un intero articolo.

Insieme a don Claudio del Monte, Famiglia Cristiana ha attribuito il titolo di italiani dell’anno ai cinque fratelli medici Tizzani di Giaveno, alle porte di Torino, e ai quattro fratelli infermieri Mautone, napoletani.