Il prossimo 1° ottobre a Bergamo e provincia – organizzata dalla Lega Italiana per la lotta contro i tumori onlus, sezione di Bergamo, con il patrocinio del Comune di Bergamo e in collaborazione con Cittadinanza Attiva – parte la campagna “Nastro rosa 2019”, il programma di sensibilizzazione contro il tumore al seno che prevede la tradizionale offerta di visite senologiche gratuite.

Su tutto il territorio bergamasco per l’edizione di quest’anno sono previste 736 visite gratuite, erogate da tutte le strutture pubbliche e private convenzionate della provincia, per un totale di ben 23 punti erogativi.

Humanitas Gavazzeni parteciperà all’iniziativa erogando 100 visite gratuite, Humanitas Castelli erogandone 75.

A chi si rivolge “Nastro Rosa 2019”

La campagna di sensibilizzazione “Nastro Rosa” si rivolge in particolare alle le donne che non sono interessate direttamente dallo screening mammografico promosso da Regione Lombardia, che pur di recente ha ampliato la fascia di età delle donne coinvolte.

Potranno dunque accedere alle visite gratuite tutte le donne con età inferiore ai 45 anni e superiore ai 75 anni.

In considerazione del gran numero di adesioni che tradizionalmente questa iniziativa raccoglie, gli organizzatori di Lilt Onlus hanno deciso di consentire in modo prioritario la prenotazione alle donne che non hanno usufruito della visita nell’edizione dello scorso anno e che non presentano alcune situazioni particolari, come allattamento o mastoplastica additiva.

Come prenotare la visita senologica gratuita

Le prenotazioni delle visite gratuite possono essere effettuate esclusivamente online, collegandosi al sito www.legatumoribg.it, seguendo la semplice procedura illustrata.

L’apertura delle prenotazioni è prevista per le ore 10 del 26 settembre e proseguirà fino all’esaurimento delle visite.

Nel corso del mese di ottobre, anche nel caso in cui la disponibilità alle visite dovesse essere esaurita, sarà possibile trovare appuntamenti disponibili a seguito di rinuncia di prestazioni già prenotate. Per verificare l’eventuale disponibilità è sufficiente collegarsi allo stesso indirizzo web (www.legatumoribg.it) e avviare la procedura indicata sulla pagina online.

L’importanza della diagnosi precoce

La campagna “Nastro rosa”, promossa dalla sede nazionale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Lilt) e patrocinata dal Ministero della Salute, ha l’obiettivo di sottolineare l’importanza della diagnosi precoce in ambito di lotta alla neoplasia della mammella.

Quello al seno è il tumore più frequente nelle donne: in Italia i casi registrati nel 2018 sono stati 52.800, 800 nella sola Bergamo. Numeri che negli ultimi anni tendono a crescere, in particolare per le donne comprese nella fascia d’età tra i 45 e i 49 anni.

Grazie alle nuove e sempre più efficaci terapie e, appunto, alla diagnosi precoce, i dati relativi alla mortalità sono però in costante calo: oggi la sopravvivenza media dopo 5 anni dalla diagnosi è di circa l’87%.

Le iniziative collegate a “Nastro Rosa 2019”

Nel periodo di attivazione di “Nastro Rosa 2019”, alla campagna di visite senologiche gratuite saranno affiancate altre iniziative, tese a richiamare l’attenzione sulla prevenzione e sulla diagnosi precoce per il tumore al seno.

Tra queste si segnalano l’illuminazione di rosa della Porta San Giacomo a Bergamo e l’organizzazione dell’incontro “Comunicazione in ambito medico-scientifico” coordinato dal giornalista Max Pavan, e introdotto da Giuseppe Chiesa, presidente Lilt Bergamo e chirurgo toracico di Humanitas Gavazzeni, che vedrà la partecipazione, tra gli altri, del direttore del quotidiano “L’Eco di Bergamo”, Alberto Ceresoli.