Chirurgia refrattiva con laser a eccimeri

Che cos’è la chirurgia refrattiva con laser a eccimeri?

La chirurgia refrattiva con laser ad eccimeri è la tecnica chirurgica con cui, intervenendo sulla superficie corneale, è possibile correggere i difetti di vista – miopia, astigmatismo, ipermetropia – eliminando la necessità di indossare a vita occhiali e lenti a contatto.

L’utilizzo del laser a eccimeri permette di rimuovere con grande precisione parti microscopiche del tessuto della cornea rimodellando la curvatura di quest’ultima e modificando la forma della zona più importante per la messa a fuoco (zona ottica). L’energia creata dal laser produce una “evaporazione” del tessuto su cui si vuole intervenire senza danneggiare i tessuti circostanti.

Il tessuto viene asportato con una precisione straordinaria, impossibile per la mano umana, nell’ordine del micron (millesimo di millimetro) per ogni colpo emesso.

La vaporizzazione a freddo del tessuto corneale attraverso l’utilizzo del laser ad eccimeri può essere svolta in modo del tutto mirato. Il fronte avanzato di questa chirurgia sono i trattamenti customizzati, cioè un rimodellamento della cornea mediante laser ad eccimeri che tiene conto delle caratteristiche individuali e spesso consente una visione migliore rispetto ai trattamenti standardizzati.

 

Come si svolge un intervento di chirurgia refrattiva con laser a eccimeri?

Il giorno dell’intervento di chirurgia refrattiva con laser a eccimeri il medico specializzato, prima che vi sia la preparazione all’intervento, esegue un controllo dello stato di salute del paziente. Tutte le tecniche di vaporizzazione sono abitualmente eseguite in ambulatorio, con anestesia topica (gocce).

L’intervento viene eseguito in genere per entrambi gli occhi nella stessa seduta operatoria. Solo in casi particolari il chirurgo può eseguire in modalità separata gli interventi ai due occhi, in due sedute diverse.

 

Norme di preparazione per l’intervento di chirurgia refrattiva con laser a eccimeri

Prima del trattamento i pazienti possono mangiare e bere normalmente, ma devono essere struccati e non profumati, perché i vapori alcolici di profumi o dopobarba possono interferire con il raggio laser.

Prima dell’intervento è preferibile sospendere le lenti a contatto per almeno 4 giorni.

È necessario presentarsi con un accompagnatore: dopo il trattamento non è consigliabile la guida, resa pericolosa dalla lacrimazione unita all’insofferenza alla luce tipiche del dopo intervento.

 

Quali sono i vantaggi della chirurgia refrattiva con laser a eccimeri?

La chirurgia refrattiva con laser a eccimeri è un trattamento estremamente preciso, efficace e sicuro che nella maggior parte dei pazienti elimina o riduce in modo deciso i difetti di vista.

Per la buona riuscita dell’intervento è fondamentale che l’équipe medica che lo esegue sia formata da professionisti esperti che sappiano escludere i pazienti da considerarsi non idonei all’intervento, e siano in grado di selezionare solo i casi in qui si può attendere un buon risultato.

È importante sottolineare che la chirurgia refrattiva con laser a eccimeri si rivolge solo alla risoluzione dei difetti di refrazione e non è in grado di modificare le patologie associabili al difetto di vista. Per fare un esempio, una persona miope che denuncia alterazioni retiniche che compromettono parte della sua capacità visiva non potrà sperare di risolvere questo problema con un intervento chirurgico refrattivo, né questo tipo di intervento potrà costituire per lui un trattamento preventivo per eventuali, possibili, successive complicanze retiniche.

 

Area medica di riferimento per la chirurgia refrattiva con laser a eccimeri

La chirurgia refrattiva con laser a eccimeri in Humanitas a Bergamo viene eseguito dal Centro Oculistico di Humanitas Castelli Bergamo.