Zucchero, quanto ne bevono i bambini?

Durante la giornata, i bambini sono in movimento costante. La loro mente e il loro corpo sono sempre impegnati in diverse attività e, presi dal gioco, spesso dimenticano di bere.

È compito dei genitori, allora, assicurarsi che il bambino assuma liquidi a sufficienza, soprattutto durante i mesi più caldi, quando i più piccoli non percepiscono quanto sudano e di quanta idratazione hanno bisogno.

Bisogna porre attenzione, però, a quello che si fa bere al bambino. Molte bevande, infatti, contengono più zucchero di quanto si creda e questo ha un grave impatto sulle calorie giornaliere e sul peso corporeo complessivo.

Bevande come la famosa Cola o anche il The freddo in bottiglia contengono le quantità di zucchero che andrebbero assunte nel corso di un’intera giornata.

A gennaio, una commissione dell’Oms, Organizzazione Mondiale della Sanità, ha invitato i governi a imporre nuove tassazioni sulle bibite zuccherate. Nel 2015, l’Organizzazione ha consigliato di ridurre del 10% il consumo giornaliero di calorie, all’incirca l’equivalente di una lattina di gassosa, e ha stimato che 41 milioni di bambini sotto la soglia dei cinque anni sono in sovrappeso.

Il network britannico Action on Sugar ha analizzato, allora, il contenuto di saccarosio (330ml) presente all’interno delle  lattine di bibite zuccherate (330 ml) rilevando che nell’88% dei casi è superiore alla dose giornaliera raccomandata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (25 grammi, pari a sei cucchiaini da tè).

Vediamo insieme quanto zucchero contengono le bibite più diffuse:

  • Acqua: 0,0 gr per confezione; 0,0 per 100 ml
  • Latte e cioccolata: 11 gr per confezione (5,5 per 100 ml)
  • Multivitaminici: 24 gr per confezione (12 per 100 ml)
  • Bevanda al gusto d’arancio: 27 gr per confezione (13,5 per 100 ml)
  • Energy Drink: 27 gr per confezione (11 per 100 ml)
  • The Freddo al limone: 36 gr per confezione (7,2 per 100 ml)
  • Cola: 39 gr per confezione (10,6 per 100 ml)

Fino a qualche anno fa, in riferimento ai LARN (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti di energia), il livello di zuccheri semplici nella dieta non doveva essere superiore al 10-12% dell’energia giornaliera. Poiché la dieta del bambino è generalmente più ricca di zuccheri semplici rispetto a quella dell’adulto poteva essere considerata accettabile una presenza di zuccheri semplici sino al 15-16% dell’energia. Oggi, visto l’elevato consumo registrato, i nuovi LARN raccomandano di limitare l’assunzione di zuccheri a valori inferiori al 15% dell’energia, comprendente sia il livello di zuccheri presenti naturalmente negli alimenti sia quelli aggiunti.

Viene messa in evidenza inoltre anche l’indicazione a limitare l’utilizzo di fruttosio come dolcificante cosi come il consumo di alimenti e bevande formulati con questo dolcificante.

Cosa dovrebbero bere dunque i bambini? Ecco il suggerimento della nostra dietista Francesca Albani del Centro di Chirurgia Bariatrica di Humanitas San Pio X.

SI’

Acqua: l’acqua fornisce idratazione e calma la sete senza aggiunta di calorie, grassi o zuccheri.

Latte: il latte è una componente importante in tutte le diete poiché fornisce vitamina D e Calcio. I bambini dovrebbero bere 1 – 2 bicchieri di latte al giorno, meglio se latte fresco intero o latti formulati di origine vegetale o animale.

Frutta fresca: un centrifugato di frutta fresca al naturale, per un pieno di vitamine e sali minerali. 

NO

Latte aromatizzato: un cartoncino di latte aromatizzato al cioccolato, alla vaniglia e così via, aggiunge quattro cucchiaini di zucchero alla dieta del bambino. Queste bevande apportano un’aggiunta di calorie non necessaria.

Succhi di frutta: bevande come succhi di frutta, mix in polvere e limonate sono semplicemente acqua zuccherata. Non bisogna credere agli spot pubblicitari che affermano che ogni confezione contiene il 100% di vitamina C.

Si consiglia di sostituire queste bevande con 5 tazze di frutta e verdura al giorno per fare un vero pieno di vitamine.

Bibite gasate: coca cola, soda e aranciate sono bevande ricche di zucchero che non offrono alcun beneficio nutrizionale. Queste bevande possono essere causa di carie, aumento di peso e diabete di tipo 2. Molte di queste bibite, inoltre, contengono caffeina, che i bambini non dovrebbero assumere.

Energy drink: queste bevande promettono idratazione estrema, ma i bambini non hanno bisogno degli otto cucchiaini di zucchero contenuti in ogni lattina.

Con moderazione

Succhi 100% di frutta: i veri succhi di frutta contengono solo zuccheri naturali, ma è importante berne con moderazione poiché anche gli zuccheri naturali aggiungono calorie extra.

Come rendere più gustoso un bicchiere d’acqua?

Prenditi del tempo con il tuo bambino per preparare bevande dissetanti e gustose, senza l’aggiunta di zuccheri.

Qualche idea:

Infusi naturali: aggiungi ciliegie o anguria e melone o spicchi di mela e cannella.

Acque aromatizzate: aggiungi fettine di cedro o arancia, limone o foglie di menta.

Create insieme combinazioni divertenti a seconda dei vostri gusti! 

Per ogni eventuale dubbio o chiarimento, consulta il tuo medico.