Ecostress con adenosina

Che cos’è l’ecostress con adenosina?

L’ecocardiografia (ecostress) è una metodica diagnostica che utilizza gli ultrasuoni per la valutazione di anatomia e funzione del cuore e che viene eseguita con la somministrazione endovena dell’adenosina.

L’utilizzo dell’adenosina permette di studiare le variazioni del flusso di sangue all’interno delle coronarie (le arterie del cuore), consentendo in questo modo di capire se ci sono stenosi (restringimenti) che possano avere un significato clinico o meno.

Come si svolge l’ecostress con adenosina?

L’ecostress con adenosina si svolge come una normale ecografia utilizzando una sonda che si appoggia alla parete toracica tramite una sostanza gelatinosa che ne facilita il contatto. Tramite l’utilizzo dell’effetto Colordoppler si riesce a visualizzare il flusso dell’arteria, nel nostro caso, la coronaria sinistra discendente anteriore (IVA).

In genere l’esame è ben tollerato, gli effetti collaterali più frequenti sono senso di calore al volto e tachipnea (respiro più intenso), di brevissima durata (5-6 secondi).

Durata dell’ecostress con adenosina

L’ecostress con adenosina prevede una prima parte di preparazione del paziente, di durata variabile, e la parte di somministrazione del farmaco in due minuti, come da protocollo.

Norme di preparazione dell’ecostress con adenosina

Il paziente deve presentarsi per l’esame dell’ecostress con adenosina a digiuno. Dovendo misurare parametri quali pressione arteriosa e frequenza cardiaca, è necessario eseguire la somministrazione endovena dell’adenosina e un elettrocardiogramma basale. Durante tutta la procedura viene effettuato il monitoraggio elettrocardiografico continuo tramite monitor.

Controindicazioni dell’ecostress con adenosina

Costituiscono controindicazioni allo svolgimento dell’ecostress con adenosina:

  • presenza di allergie note a questo farmaco
  • bronchite cronica ostruttiva severa
  • difficoltà di respirazione (dispnea) a riposo.

Area medica di riferimento per l’ecostress con adenosina

Per avere maggiori informazioni sull’ecostress con adenosina, vedi l’Unità Operativa di Cardiologia di Humanitas Gavazzeni Bergamo.