Vaccino anti varicella

N.B. Questa è una pagina a scopo informativo, nessun vaccino viene effettuato in Humanitas Gavazzeni

 

Che cos’è il vaccino anti varicella?

Il vaccino anti varicella ha la funzione di proteggere l’organismo dalla varicella, malattia infettiva molto contagiosa che è dovuta al virus varicella zoster.

La varicella colpisce soprattutto i bambini tra i 5 e i 10 anni e si propaga attraverso le goccioline di saliva che possono essere emesse con colpi di tossestarnuti o anche semplicemente parlando. Si manifesta attraverso eruzioni e lesioni cutanee diffuse su tutto il corpo che causano un intenso  prurito e che si trasformano in vescicole e infine in crosticine che si staccano.

La varicella può provocare anche mal di testafebbre è malessere diffuso.

Quando il nostro organismo entra in contatto con il virus della varicella quest’ultimo può rimanere nascosto anche per tutta la vita nei gangli sensitivi craniali e del midollo spinale. Nel 10-20% dei casi si può risvegliare sotto forma di Herpes Zoster, più comunemente detto Fuoco di sant’Antonio.

Il vaccino anti varicella non esclude del tutto la sopravvenienza della malattia: c’è la possibilità di ammalarsi comunque, ma in questo caso il decorso è più rapido e i sintomi sono più leggeri.

 

Quando si deve fare il vaccino anti varicella?

La somministrazione del vaccino anti varicella – costituito da virus vivi ma inoffensivi – è raccomandata nei bambini appena nati. Per i bambini che non hanno contratto la malattia sono previste due dosi:

  • la prima dose tra i 12 e i 15 mesi di vita
  • la seconda dose intorno ai 5-6 anni.

È a disposizione anche un vaccino che contiene, oltre al vaccino anti varicella, anche le componenti anti morbillo-parotite-rosolia e che può essere somministrato nei bambini e nei dodicenni al posto dei due singoli vaccini.

 

Il vaccino anti varicella ha effetti collaterali?

La somministrazione del vaccino anti varicella può provocare doloregonfiore e arrossamento nel punto in cui è stata effettuata l’iniezione.

L’eventualità di reazioni allergiche anche gravi, come per tutti i vaccini, è possibile ma rara.