Circolazione extra-corporea

Che cos’è e a che cosa serve la circolazione extra-corporea?

La circolazione extra-corporea è un macchinario in grado svolgere in via temporanea le funzioni del cuore e dei polmoni. Per questa è detta anche macchina cuore-polmoni.

La circolazione extra-corporea viene utilizzata quando, durante un intervento cardiochirurgico, è necessario intervenire sul cuore fermo ed esangue (senza la presenza di sangue). L’irrorazione dei tessuti e degli organi è assicurata, appunto, da questo macchinario.

Come funziona la circolazione extra-corporea?

Il dispositivo della circolazione extra-corporea preleva il sangue dall’aorta e dalle vene cave – superiore e inferiore – e lo raccoglie in un contenitore in cui il sangue viene ossigenato grazie a un flusso di ossigeno, prima di essere pompato nel sistema arterioso del paziente.

La circolazione extra corporea è pericoloso o doloroso?

L’utilizzo della circolazione extra-corporea non è pericolosa e non è nemmeno dolorosa visto che quando viene utilizzata, negli interventi cardiochirurgici, il paziente è sotto anestesia e non avverte alcun dolore.