Anatomopatologo

Di che cosa si occupa l’anatomopatologo?

L’anatomia patologica è quella branca della medicina che tratta le alterazioni morfologiche e microscopiche di organi e tessuti colpiti da processi morbosi.

L’anatomopatologo è un medico specializzato in anatomia patologica il cui ruolo consiste nel risalire, dalle alterazioni morfologiche e microscopiche constatate, all’interpretazione delle varie manifestazioni cliniche della malattia e a fornire una diagnosi.

Effettua esami post mortem (per individuare o accertare la causa di morte) e di analisi di biopsie o di campioni chirurgici (per formulare diagnosi di patologie eventualmente in corso).

Quali sono le patologie trattate più spesso dall’anatomopatologo?

Poiché tra le procedure più utilizzate dall’anatomopatologo rientrano gli esami condotti post mortem, l’autopsia e l’analisi di biopsie e campioni chirurgici, le patologie con cui questo specialista entra in contatto sono moltissime.

Il ruolo dell’anatomopatologo è in particolare molto importante in campo oncologico, poiché l’esame del campione di tessuto prelevato è il primo passo verso una eventuale corretta e specifica terapia antitumorale.

Quali sono le procedure più utilizzate dall’anatomopatologo?

Le procedure più utilizzate dall’anatomopatologo sono:

  • esami condotti post mortem e autopsie (diagnostica autoptica);
  • esami di diagnostica microscopica su cellule presenti in campioni di materiale di diversa origine: liquidi organici, secrezioni, versamenti (citodiagnostica);
  • biopsie ed esami di campioni di tessuto prelevati durante interventi chirurgici (istopatologia).

Prenotazioni online e info

Per prenotazioni esami o informazioni sulle prenotazioni degli esami in Humanitas Gavazzeni Bergamoclicca qui.