Secchezza oculare

Che cos’è la secchezza oculare?

La secchezza oculare è una situazione in cui l’occhio non è sufficientemente irrorato a causa di una insufficiente lacrimazione. Questa secchezza provoca fastidi all’occhio sotto forma di pruriti, bruciori, affaticamento dopo la lettura, abrasioni sulla superficie oculare e fastidio nel caso in cui si utilizzino lenti a contatto.
 

Quali sono le cause della secchezza oculare?

La secchezza oculare può essere provocata dall’invecchiamento, da un’esposizione prolungata al sole, dal sostare a lungo in un luogo troppo secco, dall’utilizzo di alcuni farmaci contro allergie e raffreddore, dal fumo di sigaretta (anche passivo), da traumi agli occhi, dall’avere subito interventi chirurgici, da problemi con le lenti a contatto.

La secchezza oculare può essere anche provocata da varie patologie, come: artrite reumatoide, cirrosi biliare primitiva, congiuntivite, lupus erimatoso sistemico, sclerodermia, sindrome dell’occhio secco, sindrome di Sjögren.
 

Quali sono i rimedi contro la secchezza oculare?

Contro la secchezza oculare possono essere di beneficio le lacrime artificiali utilizzabili sotto forma di gocce o di crema. Utile può essere mantenere umidificati, in particolar modo durante la stagione invernale, gli ambienti in cui si vive.

In caso di bruciore o fastidio il consiglio, prima di rivolgersi al proprio medico, è di tenere gli occhi a riposo cercando di sbattere le palpebre con una certa frequenza, così da irrorare la pupilla.
 

Secchezza oculare, quando rivolgersi al proprio medico?

La secchezza oculare deve essere segnalata al proprio medico quando persiste per vari giorni, quando c’è dolore o occhi arrossati, quando ci sono perdite dalle palpebre, secchezza della bocca, quando la secchezza fa seguito a un trauma o quando c’è gonfiore, dolore o rigidità delle articolazioni.
 

Area medica di riferimento per la secchezza oculare

In Humanitas Gavazzeni Bergamo l'area medica di riferimento per la secchezza oculare è l'Unità Operativa di Oculistica.