Sanguinamento vaginale

Che cos’è il sanguinamento vaginale?

Il sanguinamento vaginale è una perdita di sangue dalla vagina, sangue che può provenire dalla stessa vagina, dall’utero o dal collo dell’utero (cervice uterina).

 

Quali altri sintomi possono essere associati al sanguinamento vaginale?

Il sanguinamento vaginale si può accompagnare ad altri sintomi come: prurito vaginale, bruciore, dolore durante la minzione o durante i rapporti sessuali, mutazione delle secrezioni fisiologiche vaginali.

 

Quali sono le cause del sanguinamento vaginale?

Si può avere sanguinamento vaginale con una certa frequenza nel corso della gravidanza, in seguito a traumi o in presenza di varie patologie, tra le quali sono ricomprese: candida, cervicite, clamidia, condilomi, gonorrea, malattia infiammatoria pelvica, tumore alla cervice uterina, vaginite.

 

Quali sono i rimedi contro il sanguinamento vaginale?

Per poter curare in modo efficace il sanguinamento vaginale è necessario individuarne la causa e intervenire su questa.

Se il sanguinamento è conseguente a un’infezione batterica (gonorrea, clamidia, malattia infiammatoria pelvica, ecc.), il medico indcherà l’assunzione di farmaci antibiotici. In caso di infezioni fungine, come la candida, l’indicazione riguarderà farmaci antimicotici.

Se il sanguinamento vaginale è dovuto a una sospetta lesione neoplastica o pre-neoplastica, l’intervento sarà deciso in base ai risultati dell’analisi istologica compiuta su un piccolo prelievo di tessuto.

 

Sanguinamento vaginale, quando rivolgersi al proprio medico?

Il sanguinamento vaginale va sottoposto all’attenzione del proprio medico quando si verifica in seguito a un trauma o quando si verifica in associazione a una delle patologie sopra elencate.

 

Area medica di riferimento per il sanguinamento vaginale

In Humanitas Gavazzeni Bergamo l’area medica di riferimento per il sanguinamento vaginale è l’Ambulatorio di Ginecologia o Ostetricia.