Cecità notturna

Che cosa si intende con cecità notturna?

Si è affetti da cecità notturna quando si ha difficoltà a vedere durante la notte o in situazioni di luce fioca.

A volte questa difficoltà coincide semplicemente con una capacità di adattamento al buio più lenta del normale. In genere comporta una difficoltà a muoversi in ambienti contraddistinti da scarsa luminosità e una difficoltà a guidare con il buio.
 

Quali sono le cause della cecità notturna?

La cecità notturna può essere causata dall’uso di certi farmaci, da una carenza di vitamina A e da varie patologie, tra le quali ci sono: cataratta, cheratocono, glaucoma, miopia, retinite pigmentosa, retinoblastoma, retinopatia diabetica.
 

Quali sono i rimedi contro la cecità notturna?

Per curare la cecità notturna occorre individuare e intervenire sulle cause che ne sono alla base. Ma non tutte le tipologie di cecità notturna possono essere curate: non esistono trattamenti, per esempio, quando alla base della cecità notturna c’è una situazione di retinite pigmentosa o ci sono difetti congeniti.

Negli altri casi i trattamenti variano a seconda dell’origine del disturbo. Se ad esempio la cecità notturna è dovuta a una carenza di vitamina A il medico disporrà l’asunzione in integratori.
 

Cecità notturna, quando rivolgersi al proprio medico?

In presenza di cecità notturna è sempre consigliabile rivolgersi al proprio medico curante per individuare la cura più adatta alla specifica situazione.
 

Area medica di riferimento per la cecità notturna

In Humanitas Gavazzeni Bergamo l'area medica di riferimento per la cecità notturna è l'Unità Operativa di Oculistica.