Blefaroptosi

Che cos’è la blefaroptosi?

La blefaroptosi consiste nell’abbassamento – totale ma anche solo parziale – della palpebra superiore dell’occhio.

Si può avere blefaroptosi bilaterale, che riguarda entrambi gli occhi ed è in genere di origine congenita, o relativa a un solo occhio, situazione che può essere generata da paralisi o da un lesione dei nervi e dei muscoli che hanno il compito di governare e gestire i movimenti della palpebra.

Nelle sue forme più gravi la blefaroptosi può arrivare a coprire la pupilla o l’iride, limitando la capacità di visione di chi ne è colpito.
 

Quali sono le cause della blefaroptosi?

La blefaroptosi può essere generata da varie cause, tra cui infiammazioni, traumi, invecchiamento, abuso di sostanze stupefacenti o varie patologie, tra le quali ci sono: botulismo, calazio, cefalea, diabete, ictus, malattie muscolari, malattie neurologiche, orzaiolo.
 

Quali sono i rimedi contro la blefaroptosi?

Per curare la blefaroptosi è necessario individuarne la causa e intervenire su questa. Nel caso in cui l’intervento sulla causa non produca i risultati desiderati può essere necessario ricorrere a un intervento chirurgico, utile a migliorare la visione e l’aspetto estetico del paziente.
 

Blefaroptosi, quando rivolgersi al proprio medico?

Una situazione caratterizzata da blefaroptosi deve essere sottoposta all’attenzione del medico curante quando è dovuta a un trauma o può essere collegata a una delle patologie associate (vedi elenco sopra) già diagnosticata.
 

Area medica di riferimento per la blefaroptosi

In Humanitas Gavazzeni Bergamo l'area medica di riferimento per la blefaroptosi è l'Unità Operativa di Oculistica.