Alterazione del ciclo mestruale

Che cos’è l’alterazione del ciclo mestruale?

Con alterazione del ciclo mestruale si intende un’irregolarità del ciclo, tale per cui le mestruazioni non compaiono tutti i mesi o quando compaiono sono contraddistinte da perdite eccessivamente importanti e a volte anche improvvise.

L’alterazione del ciclo mestruale può assumere varie forme:

  • anomalie del ritmo, cioè della cadenza con cui le mestruazioni compaiono, con oligomenorrea (cicli ritardati), polimenorrea (cicli che anticipano) e amenorrea (mestruazioni assenti)
  • anomalie della quantità e della durata, con ipomenorrea (mestrauzioni scarse), ipermenorrea (mestruazioni abbondanti), menorragia (mestruazioni più lunghe)
  • anomalie della presentazione, con metrorragia (perdita anomala improvvisa e inaspettata) e menometrorragie (mestruazioni lunghe e perdite tra i cicli).
     

Quali sono le cause dell’alterazione del ciclo mestruale?

Un’alterazione del ciclo mestruale può essere causata da varie patologie, tra le quali ci sono: squilibri ormonali, ipertiroidismo, ipotiroidismo, lupus erimatoso sistemico, meningite, endometriosi, cisti ovariche, sindrome dell’ovaio policistico, tumore alle ovaie, tumore alla cervice uterina.
 

Quali sono i rimedi contro l’alterazione del ciclo mestruale?

La cura di un’alterazione del ciclo mestruale dipende dalla patologia che ne è causa, da verificarsi nel corso di una visita ginecologica.

Se l’alterazione consiste in una perdita lieve può essere sufficiente una cura a base di farmaci antinfiammatori non steroidei. Se al contrario il problema consiste in una mestruazione troppo abbondante che comporta uno stato di anemia può essere necessario intraprendere una cura a base di integratori di ferro.

Se l’alterazione del ciclo mestruale è causata da squilibri ormonali o altre patologie, infine, il medico indicherà la terapia farmacologica o chirurgica più adatta al caso specifico.

Alterazione del ciclo mestruale, quando rivolgersi al proprio medico?

La presenza di uno stato di alterazione del ciclo mestruale deve essere comunicata al ginecologo nel corso del controllo ginecologico che bisogna effettuare, di buona norma, una volta all’anno.

Ci si deve rivolgere al proprio medico, invece, quando l’irregolarità del ciclo mestruale si presenta in questo modo:

  • sanguinamento o perdite tra i cicli
  • sanguinamento o perdite dopo un rapporto sessuale
  • sanguinamento o perdite durante la gravidanza
  • sanguinamento o perdite dopo la menopausa.

Il medico va coinvolto anche quando si avverte un dolore eccessivo durante le mestruazioni, quando queste sono eccessive o durano più di 7 giorni, quando ci sono perdite anomale e con cattivo odore, in caso di aumento improvviso di peso, in presenza di febbre o in caso di ridimensionamento del seno.
 

Area medica di riferimento per l'alterazione del ciclo mestruale

In Humanitas Gavazzeni Bergamo l'area medica di riferimento per l'alterazione del ciclo mestruale è l'Ambulatorio di Ginecologia o Ostetricia.