Lattobacilli

Che cosa sono i lattobacilli?

I lattobacilli sono batteri presenti nell’organismo umano che possono anche essere assunti attraverso alcuni alimenti come lo yogurt o con l’assunzione di integratori alimentari.

 

A che cosa servono i lattobacilli?

I lattobacilli svolgono varie funzioni utili al mantenimento della salute del corpo umano, per cui vengono proposti in quanto si sostiene:

  • contribuiscano alla digestione degli alimenti e all’assorbimento dei nutrienti
  • prevengano i disturbi intestinali, in particolare in presenza di terapie antibiotiche
  • siano utili nel trattamento della diarrea, delle coliche nei bambini, nella sindrome dell’intestino irritabile, della malattia di Crohn, dell’enterocolite necrotizzante
  • siano efficaci contro le infezioni gastriche da Helicobacter Pylori, le infezioni delle vie urinarie e vaginali
  • aiutino a prevenire il raffreddore, il colesterolo alto e l’orticaria
  • aumentino le difese immunitarie in caso di ulcere orali, vesciche, acne o dermatite allergica.

Tuttavia, l’Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare ha approvato un unico claim: quello secondo cui – in presenza di alcune caratteristiche specifiche indicate dalla stessa Autorità – i lattobacilli contenuti nello yogurt o nei latti fermentati contribuiscono ad aumentare la digestione del lattosio nelle persone che hanno difficoltà a ingerirlo.

 

Possibili controindicazioni dei lattobacilli?

L’efficienza dei lattobacilli può essere ridotta dall’assunzione di farmaci immunosoppressori. L’assunzione di antibiotici può invece comportare la morte di queste sostanze.

Anche se i trattamenti a base di questi batteri sono in genere sicuri, è sempre bene chiedere consiglio al proprio medico prima di iniziarne uno, in particolare se si è durante una gravidanza o mentre si allatta.

L’assunzione di integratori di questa sostanza potrebbe risultare controindicata in presenza di un indebolimento del sistema immunitario o di sindrome dell’intestino corto.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.