Citronella

Che cos’è la citronella?

La citronella, nome scientifico Andropogon, è una pianta che viene utilizzata – in particolare le sue foglie – per produrre prodotti a uso medicinale. Al suo olio vengono attribuite proprietà salutari.

 

A che cosa serve la citronella?

Alla citronella vengono riconosciute proprietà antiossidanti, antidolorifiche e febbrifughe. Si ritiene inoltre che gli estratti di questa pianta aiutino a ostacolare la crescita di alcuni batteri e lieviti e stimolino il flusso mestruale.

In genere viene proposta per trattare il mal di stomaco, la pressione alta, gli spasmi del tubo digerente, le convulsioni, il vomito, la tosse, la febbre, il raffreddore e le forme di esaurimento. L’olio, invece viene indicato per essere applicato direttamente sulla pelle contro mal di stomaco, mal di testa, dolori addominali e dolori muscolari.

Non risultano pero a tutt’oggi prove scientifiche a sostegno di tutte queste ipotesi, per cui l’Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, non ha approvato alcun claim che certifichi questi benefici.

 

Possibili controindicazioni della citronella?

Non si registrano situazioni in cui prodotti od oli a base di citronella possano contrastare con l’assunzione di farmaci o altre sostanze. In ogni caso, in presenza di dubbi è sempre meglio chiedere consiglio al proprio medico.

Non sono da escludere del tutto effetti collaterali sia per quanto riguarda l’assunzione per via orale sia nel caso di applicazione dell’olio sulla pelle, soprattutto quando se ne fa un uso non appropriato, come ad esempio nel caso di ingestione dell’olio.

Dal momento che la citronella sembra in grado di aumentare il flusso mestruale, inoltre, la sua assunzione durante una gravidanza o l’allattamento potrebbe risultare pericolosa e va sicuramente concordata con il proprio medico.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.