Acqua di rose

Che cos’è l’acqua di rose?

L’acqua di rose viene ottenuta estraendo l’essenza dai petali di piante che appartengono al genere Rosa e alla famiglia delle Rosaceae.

 

A che cosa serve l’acqua di rose?

L’acqua di rose viene utilizzata in particolare in ambito estetico.

I produttori di prodotti a base di questo prodotto sostengono:

  • che sia in grado di mantenere un adeguato pH della pelle
  • che riesca a controllare la produzione in eccesso di sebo
  • che contribuisca a combattere le irritazioni, gli arrossamenti, l’acne, le dermatiti e gli eczemi
  • che favorisca l’idratazione e la rivitalizzazione della pelle
  • che aiuti a guarire i tagli o altre ferite
  • che rafforzi in generale la pelle, i tessuti e combatta il formarsi delle cicatrici
  • che combatta la dermatite seborroica, le occhiaie, le rughe e la couperose.

Il decotto preparato con i petali di rosa ha proprietà astringenti, toniche e disinfettanti. Può inoltre contribuire a mitigare i disturbi causati dalle mestruazioni e il sanguinamento delle gengive e a combattere disturbi come diarrea, calcoli ai reni, faringiti e sudorazione eccessiva.

In ultimo, le sono riconosciute proprietà rilassanti e antidepressive, tanto da renderla utile in caso di ansia e difficoltà a dormire.

 

Possibili controindicazioni dell’acqua di rose?

L’uso esterno dell’acqua di rose non sembra avere controindicazioni: le reazioni allergiche sono rare ma possono provocare leggeri arrossamenti, pizzicori, bruciori o altre irritazioni.

È dunque consigliabile controllare sempre gli ingredienti delle preparazioni con acqua di rose per evitare prodotti che contengano elementi in grado di provocare allergie o di aumentare la sensibilità della pelle in caso di esposizione al sole.

 

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.