Infezione da stafilococco Vancomicina-Resistenti (VRSA)

Che cos’è un’infezione da stafilococco Vancomicina-Resistenti (VRSA)?

L’infezione da stafilococco Vancomicina-Resistenti (VRSA) è l’infezione causata da questo stafilococco che è un ceppo del batterio Staphylococcus aureus resistente all’azione della vancomicina, l’antibiotico che è sempre stato considerato il farmaco più adatto per il trattamento delle infezioni causate da ceppi di stafilococco aureo resistente alla meticillina (MRSA).

 

Come si contrae un’infezione da stafilococco Vancomicina-Resistenti (VRSA)?

L’infezione da stafilococco Vancomicina-Resistenti (VRSA) si diffonde da persona a persona, soprattutto a causa di una scarsa igiene delle mani.

Ci sono situazioni, inoltre, che agevolano il diffondersi di questa infezione come ricoveri in ospedale, l’essersi sottoposti a interventi chirurgici, cure protratte nel tempo a base di antibiotici, utilizzo di catetere, indebolimento del sistema immunitario.

 

Quali sono le malattie e i sintomi associati a un’infezione da stafilococco Vancomicina-Resistenti (VRSA)?

Fra i possibili sintomi derivati dalla presenza di un’infezione da stafilococco Vancomicina-Resistenti (VRSA) e che consigliano una visita dal medico ci sono:

  • febbre con brividi e dolori
  • arrossamento della pelle nei pressi di una ferita
  • gonfiore
  • indolenzimento e uscita di materiale da una ferita
  • tosse
  • debolezza.

È invece il caso di recarsi al pronto soccorso o, nei casi più estremi, chiamare un’autoambulanza se si è in presenza di:

  • problemi respiratori
  • dolore al petto con battito cardiaco accelerato
  • capogiri che non consentono di mantenere una posizione eretta
  • labbra e unghie delle mani cianotiche.

 

Come si può curare un’infezione da stafilococco Vancomicina-Resistenti (VRSA)?

La presenza di un’infezione da stafilococco Vancomicina-Resistenti (VRSA) può essere identificata con un esame del sangue ma anche con quelli delle feci, delle urine o di materiale prelevato da una ferita.

In presenza di un’infezione di questo tipo occorre fare ricorso ad antibiotici diversi dalla vancomicina.

Questo tipo di infezione può essere prevenuta con alcuni accorgimenti tra cui:

  • lavare spesso le mani con acqua e sapone
  • tenere pulite eventuali ferite
  • non condividere oggetti personali come pettini o posate
  • lavare biancheria contaminata con la lavatrice e, se possibile, asciugatrice che utilizzi temperature elevate.

Importante avvertenza

Le informazioni di questa scheda forniscono semplici indicazioni generali e non possono in nessun caso sostituirsi al parere del medico. In presenza di una situazione di malessere è sempre dunque consigliabile rivolgersi al proprio medico o recarsi al più vicino pronto soccorso.