Infezione da Clostridium difficile

Che cos’è un’infezione da Clostridium difficile?

L’infezione da Clostridium difficile è causata dal batterio che ha questo nome, un batterio anaerobio Gram-positivo presente nella flora batterica dell’intestino e della vagina.

Come si contrae un’infezione da Clostridium difficile?

Il Clostridium difficile è presente nelle feci per cui è possibile infettarsi se, dopo avere toccato oggetti o superfici contaminati con queste, si portano le mani alla bocca o altre mucose come quelle di naso e occhi.

Per non correre il rischio di essere contaminati bisogna lavarsi sempre le mani dopo avere utilizzato la toilette e comunque sempre prima di mangiare. È bene inoltre assicurarsi che il bagno sia sempre pulito soprattutto nel caso in cui sia stato utilizzato in precedenza da una persona affetta da diarrea.

Le persone sottoposte a uso prolungato di antibiotici corrono maggiori rischi di contrarre questa infezione.

Quali sono i sintomi di un’infezione da Clostridium difficile?

I sintomi propri dell’infezione da Clostridium difficile sono: febbre, perdita dell’appetito, diarrea e dolori addominali.

Quali malattie possono essere associate a un’infezione da Clostridium difficile?

Le malattie associanìbili all’infezione da Clostridium difficile sono la colite e la colite pseudomembranosa.

Come si può curare un’infezione da Clostridium difficile?

Le infezioni da Clostridium difficile possono essere curate con l’uso di antibiotici.

In presenza di infezione primaria e lieve il trattamento è orale e prevede l’utilizzo di metronidazolo, vancomicina o fidaxomicina. Altre cure antibiotiche eventualmente in corso devono essere sospese.