Agretti

Gli agretti sono una pianta delle Chenopodiaceae. Vengono chiamati anche lischi, barba di frate, miniscordi e roscano.

Sono di colore verde intenso, hanno un sapore leggermente acre e di forma sono sottili, lunghi e uniti in piccoli gruppi.

È un ortaggio tipicamente primaverile: la sua raccolta avviene da marzo a fine maggio.

 

Quali sono le proprietà nutrizionali degli agretti?

In 100 grammi di agretti cotti senza sale c’è un apporto di circa 45 calorie, così ripartite: 47% carboidrati, 43% proteine e 10% lipidi.

Nella stessa quantità sono inoltre presenti:

  • 79,4 g di acqua
  • 4,8 g di proteine
  • 0,5 g di lipidi
  • 5,6 g di carboidrati
  • 5,6 g di zuccheri solubili
  • 2,3 g di fibra totale

Tra i minerali i più presenti ci sono il calcio e il fosforo seguiti da potassio, sodiomagnesio e ferro. Tra le vitamine vanno segnalate la vitamina A, la vitamina C e alcune vitamine del gruppo B, soprattutto la vitamina B3 (niacina).

 

Quando non bisogna mangiare agretti?

Non si conoscono interazioni tra il consumo di agretti e l’assunzione di farmaci o altre sostanze.

 

Quali sono i possibili benefici degli agretti?

Gli agretti sono ricchi di fibre, per cui sono ideali per facilitare il transito intestinale e per aumentare il senso di sazietà e hanno un leggero potere lassativo.

Ideali per i regimi alimentari a basso introito calorico, hanno anche proprietà diuretiche e depurative.

 

Quali sono le controindicazioni degli agretti?

A parte il caso della presenza di allergie a questa pianta, non sono note controindicazioni al consumo di agretti.

 

Avvertenza

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.