Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy
Stampa

Riabilitazione Ortopedica e Sportiva

Pubblicato in Unita' operative


Riabilitazione - Responsabile Albano Michele Manlio

Attività clinica


L’Unità Operativa di Riabilitazione Ortopedica e Sportiva si occupa del trattamento delle patologie ortopediche derivanti da infortuni sportivi o sul lavoro e da traumatismi dovuti a incidenti stradali, sia nella fase acuta e post chirurgica sia in quella cronica.
Obiettivo della Riabilitazione Ortopedica e Sportiva non è solo quello di curare “un sintomo” ma, attraverso programmi di trattamento individualizzati, recuperare “una funzione” e quindi agevolare il reinserimento della persona nella pratica delle sue attività quotidiane, nel lavoro, nel ritorno all’attività sportiva e contribuendo a migliorare il suo stile di vita.

L’Unità Operativa di Riabilitazione Ortopedica e Sportiva ha nel medico fisiatra la figura centrale di riferimento per la prescrizione del trattamento riabilitativo più idoneo. Nel suo lavoro si avvale anche della collaborazione di varie figure professionali presenti nella struttura ospedaliera, quali ortopedici, neurochirurghi, medici dello sport, radiologi, otorinolaringoiatri, neurologi, podologi, chiropratici.

 

Trattamenti


Trattamenti medico riabilitativi

L’Unità Operativa di Riabilitazione Ortopedica e Sportiva offre progetti di recupero funzionale che si articolano in alcune fasi della riabilitazione che prevedono, inizialmente, il controllo del dolore e dello stato infiammatorio con l’uso delle terapie fisiche strumentali (Ultrasuoni e Onde d’Urto, Laserterapia, Magnetoterapia, Elettroterapia e TECAR), prescritte secondo precisa indicazione medica ed eseguite da personale fisioterapico dedicato.



Ai trattamenti si affianca un percorso rieducativo per migliorare la mobilità articolare e il recupero della forza muscolare e, infine, il ripristino della corretta fisiologia dell’individuo tramite l'esecuzione di sedute individuali.



Diverse le tecniche di terapia manuale utilizzate dai fisioterapisti (massoterapia, chinesiterapia passiva ed attiva, manipolazioni e mobilizzazioni articolari) insieme a esercizi funzionali (propriocettiva, core stability).

Percorso medico riabilitativo in caso di eventi traumatici

Nel caso di eventi traumatici correlati a incidenti sul lavoro o sulla strada (come, ad esempio, “il colpo di frusta”), l’interdisciplinarietà degli specialisti presenti in ospedale consente di formulare una corretta diagnosi e definire una prognosi più precisa.



Il paziente verrà indirizzato ad un medico dell’Unità che, eseguita una valutazione obiettiva, prescriverà il percorso di cure più idoneo alla patologia rilevata.

 

Alla fine del ciclo prescritto, il medico fisiatra visiterà nuovamente il paziente per monitorare l’evoluzione del quadro clinico e decidere in merito all’ulteriore prosecuzione delle terapie o per certificarne l'avvenuta guarigione con eventuali postumi da valutare in sede medico-legale.

 

Trattamenti riabilitativi post chirurgici

Nel caso di una riabilitazione dopo un intervento chirurgico, il team di medici della Riabilitazione Ortopedica si relaziona costantemente con il chirurgo ed insieme valuta l’andamento clinico e riabilitativo del paziente operato.



Se il trattamento chirurgico rappresenta una tappa fondamentale nel recupero di un’articolazione, si tratta solo del primo passo del percorso che porterà al recupero della funzione e al ritorno alla pratica delle attività della vita quotidiana, fino alla completa guarigione completa.



La tipologia e la durata della fisioterapia dipendono dall'entità della patologia o dalla tipologia di intervento eseguito, dalle capacità residue del paziente e dagli obiettivi funzionali che egli vuole raggiungere, secondo un programma di cure individualizzato.

Patologie chirurgiche trattate dalla Riabilitazione

Spalla: riparazione cuffia dei rotatori, stabilizzazione di spalla, acromionplastica e bursectomia, capsulotomia, fratture, protesi di spalla

  • gomito: release nell’epicondilite, release nell’epitrocleite, release dell’ulnare al gomito, fratture
  • polso e mano: tunnel carpale, suture tendinee, fratture
  • anca: protesi d’anca, artroscopia d’anca, necrosi avascolare cefalica, conflitto femoro-acetabolare, anca a scatto
  • ginocchio: protesi di ginocchio, ricostruzione legamento crociato anteriore, artroscopia, meniscectomia, condroplastica, lateral release, suture tendine rotuleo e quadrici pitale, fratture
  • tibio-tarsica e piede: sutura tendine d’Achille, suture legamentose, artroscopia, fratture, rimozione sperone
  • colonna: discectomia, microdiscectomia, laminectomia, stabilizzazione, cifoplastica, vertebroplastica, fratture

La Riabilitazione Sportiva

L’obiettivo della Riabilitazione Sportiva è ottenere nello sportivo la guarigione della lesione, il ripristino del movimento e la funzione alterata per garantire il ritorno alla pratica dell’attività sportiva, minimizzando il rischio di recidive.

 

Superata la fase acuta di controllo del dolore e dell’infiammazione, si passerà alla rieducazione funzionale con esercizi mirati al recupero della forza, della resistenza, della flessibilità, dell’equilibrio e della coordinazione anche attraverso esercizi specifici per il recupero del gesto sportivo e della perfomance.

 

Gli infortuni più comuni trattati dalla Riabilitazione Sportiva

  • Lesioni muscolari (adduttori, ischio-crurali, quadricipite, gemelli)
  • yendinopatie e lesioni tendinee (Achillea, rotulea, quadricipitale, cuffia dei rotatori, epicondilite)
  • lesioni legamentose (legamenti crociati, legamenti collaterali, legamento peroneo-astragalico anteriore)
  • distorsioni (caviglia, ginocchio, rachide cervicale etc)
  • lussazioni (spalla, gomito, mano etc)
  • fratture
  • lombalgia
  • sindrome da conflitto subacromiale

 

Equipe

 

 

Medici:

  • Elvio Brunetta, posturologo

 

Fisioterapisti:

  • Ines Gavazzi - Responsabile fisioterapisti
  • Federico Belotti
  • Marco Giovanni Bonaldi
  • Luca Cavalleri
  • Stefano Tevenini

 

Clinche Gavazzeni spa- Via Mauro Gavazzeni, 21 - 24125 Bergamo

L'OSPEDALE

Ospedale polispecialistico a Bergamo con aree specializzate per la cura di malattie cardiovascolari, tumorali, ortopediche e legate all’obesità con un centro diagnostico all’avanguardia

Campagne di prevenzione

"ComunicAnimare la salute", un innovativo progetto di promozione della salute in collaborazione con Bruno Bozzetto.

L'UNIVERSITA'

Humanitas Gavazzeni pone particolare attenzione verso le attività di didattica, formazione e ricerca.