Pronto soccorso DEA


Chiedi al tuo caro il codice paziente per verificare in tempo reale il percorso all'interno della struttura.

Pazienti in pronto soccorso

Paziente Stato Attesa
R635
in osservazione
U126
accertamenti in corso

Come funzionano i codici pazienti?

Attraverso metodi codificati (breve intervista del paziente, informazioni dal 118, informazioni da parenti o accompagnatori), viene individuato il problema principale e stabilito, in base alle condizione d’urgenza, il livello gravità di e la priorità di ingresso in sala visita. A ciascun paziente viene attribuito un codice:

Attuali tempi di attesa medi

Codice rosso
Visita immediata
Codice giallo
Visita urgente
Codice verde
Attesa da 95 a 100 min.
Codice bianco
Attesa di almeno 145 min.

Afflusso pazienti in tempo reale al Pronto Soccorso

Totale pazienti in carico (2)

Pazienti da visitare (0)

Pazienti con accertamenti in corso (1)

Pazienti in osservazione (1)

Il Pronto Soccorso di Humanitas Gavazzeni

Il Dipartimento di Emergenza e Accettazione di Humanitas Gavazzeni, nato nel 2003, inserito nella rete del 118, negli anni è stato potenziato con il crescere delle prestazioni, delle aree specialistiche e dell’innovazione tecnologica dell’intero ospedale ed è oggi uno dei punti di riferimento del territorio. Il Pronto Soccorso, al piano terra dell’edificio C dell’ospedale, è strutturato con una sala d’attesa, una sala di Triage, nel rispetto del diritto alla privacy, per l’assegnazione del codice di urgenza, quattro sale visita, una sala emergenza collegata con le sale operatorie, un’area di osserva­zione e una sala gessi. Può inoltre avvalersi di 12 posti letto di Ria­nimazione, 4 di Unità Coronarica, 3 sale di Emodinamica ed Elettrofisiologia. Il Triage viene svolto da infermieri che hanno svolto specifici corsi di formazione. Humanitas Gavazzeni oltre a affrontare emergenze di medicina interna, oncologia, chirurgia generale, chirurgia toracica, urologia, ortopedico-traumatologica garantisce un percorso terapeutico completo e multidisciplinare nell’ambito di tutte le emergenze cardiovascolari: dal trattamento dell’infarto acuto con angioplastica primaria e l’unità coronarica, alla rottura di cuore o di aneurisma toracico e addominale, alle emergenze aritmiche di qualsiasi natura.